martedì 2 gennaio 2018

Roseto degli Abruzzi e la manutenzione fantasma

La manutenzione delle strutture pubbliche nel comune di Roseto degli Abruzzi
Apriamo il nuovo anno 2018 nel segno dell'osservazione!!!. Perché voi direte ?
Per il semplice motivo che torna necessario far sentire la voce dei cittadini, che inermi, spesso subiscono le inefficienze di una politica molto spesso non adatta a gestire comuni di rilevanza come quello di Roseto degli Abruzzi.
Infatti Roseto è il comune più grande dopo Teramo nella nostra provincia contando oltre 27.000 abitanti, meta turistica e soprattutto città centrale della costa teramana.

Cominciamo con alcune foto di un "parco" se così lo possiamo chiamare lasciato in totale abbandono. Di chi la competenza ? Non saprei dirlo con esattezza, resta di fatto che è abbandonato nonostante la sua enorme superficie, uno dei pochi polmoni verdi della nostra cittadina.....

Dove ? Ecco la cartina :



Alcune foto:
Viale America Roseto degli Abruzzi Parco

Viale America Roseto degli Abruzzi Parco

Viale America Roseto degli Abruzzi Parco

Che dire.... a voi le immagini... Buon anno 2018 :)

giovedì 3 agosto 2017

Adriano De Luca parla dei parcheggi a pagamento Roseto

Adriano De Luca, consigliere di maggioranza, nutre seri dubbi sui parcheggi a pagamento di Roseto degli Abruzzi

Assise Civica del 31 Luglio 2017 con il seguente ordine del giorno:

  1. Approvazione conto economico e stato patrimoniale esercizio finanziario 2016.
  2. Assestamento generale di bilancio, ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri per l'esercizio 2017/2019 ai sensi degli articoli 175, comma 8 e 193 del decreto legislativo n. 267/2000.
  3. Ratifica variazione di bilancio 2017/2019 d'urgenza adottata ai sensi dell'articolo 175 comma 4 decreto legislativo 267/2000 dalla giunta comunale con atto n. 172 del 29 giugno 2017.
  4. Comunicazione prelevamento dal fondo riserva effettuato con deliberazione della giunta comunale n. 176 del 29 giugno 2017.
  5. Mozione progetto Casa Rosa (servizio comunità – alloggio "Dopo di noi") – Accessibilità disabili spiaggia, viabilità e parcheggi – prot. n. 22511 del 17 luglio 2017.

Consigliere di maggioranza De Luca parla dei parcheggi a pagamento.

Quello che tratteremo in questo post è un frammento del Consiglio Comunale del 31-07-2017 dove vi è un passaggio, nella discussione del 5 punto all'ordine del giorno sui parcheggi a pagamento : https://youtu.be/jsFWOKri6qQ e precisamente nel video linkato (alle ore 02:35:40 AM del video il 1 Ago 2017), intervento del Consigliere Adriano De Luca che espone il suo punto di vista. 

Seri dubbi sulla sperimentazione dei parcheggi a pagamento

Nello specifico, ho trovato molto interessante e denso di allusioni l'intervento del Consigliere durante il passaggio effettuato De Luca in merito ai parcheggi a pagamento. In considerazione del fatto che lo stesso, avendo la delega alla viabilità è direttamente coinvolto nella scelta amministrativa.

Non sono poche le perplessità nutrite dal consigliere sul progetto dei parcheggi, tanto che li definisce il progetto "...un progetto che non tiene conto delle esigenze della residenzialità è un progetto destinato a fallire in partenza...". All'inizio del commento sui parcheggi fa notare un altro particolare interessante dove afferma che "ho una delega cui non faccio un ampio uso" intendendo la delega alla viabilità, soprattutto sulla scelta dei parcheggi a pagamento manifesta seri dubbi sin dalla loro progettazione.

Ammette ad un certo punto che la cittadina stia soffrendo per l'istituzione dei parcheggi a pagamento, in maniera non molto equa, chiamando in causa associazioni e consigli di quartiere facendo cenno a un "...Simone...", il quale non ho capito bene se si rivolgesse all'Assessore Simone Tacchetti oppure al Consigliere Simone Aloisi.

Il passaggio è particolarmente importante perché se teniamo conto che il Consiglio di Quartiere di Roseto Centro è stato abolito, lasciando senza rappresentanza la zona centrale della cittadina, eventuali rimostranze non potranno essere rappresentate visto e considerato che è la zona centrale di Roseto degli Abruzzi ad essere coinvolta nella sua interezza.

Accenna anche alla possibilità che questa scelta sia fortemente penalizzante per le attività commerciali della zona centrale di Roseto degli Abruzzi, mostrandosi favorevole al confronto nelle prossime sedute del consiglio comunale. Molto interessante quando accenna agli interventi dei giorni scorsi, guardando prima in direzione della della giunta e poi in direzione dell'opposizione dove esclama -"...penso che non sia neanche secondario il fatto di valutare se queste scelte inducono maggiori utili per le aziende commerciali del centro o inducono penalizzazioni. ....... continua ....... Di questo bisogna tenere conto, quindi su tutti questi aspetti che non mi limiterei alla colonnina o al parcheggio..."-Conclude l'intervento tornando sull'argomento di Casa Rosa.
  • Quindi mi sorge spontanea la domanda: se il Consigliere De Luca, delegato alla viabilità nutre questi dubbi, chi ha scelto effettivamente di dare il via ai parcheggi a pagamento solo ed esclusivamente nella zona centrale di Roseto degli Abruzzi ?

Intervento trascritto del Consigliere Adriano De Luca ore 2:30 AM visibile al link:

 https://youtu.be/jsFWOKri6qQ

-"Buona sera a tutti, sindaco al presidente e a coloro che ci ascoltano vista l'ora tarda, penso che sia difficile svolgere un intervento pacato... io inizierò con un ammonimento ai miei compagni di coalizione...."-
[trattando l'argomento in discussione del punto Casa Rosa].......... giunti alle ore 2:34'22'' il Consigliere accenna sulla questione dei parcheggi:

-"... aggiungerei che sulla situazione dei parcheggi, anche questo, io sono convinto perché ho una delega cui non faccio un ampio uso, ma comunque sono mesi e mesi che studio, delle criticità e dei legittimi dubbi ne avevo allora e ne ho ancor di più adesso. Ma penso che la risposta a queste problematiche, non sia quella di una sommatoria di interventi limitati, perché una sommatoria di interventi limitati non ci aiuta a risolvere i problemi, questa visione dei parcheggi deve essere una visione globale, deve tenere conto degli effetti e giustamente la sperimentazione che stiamo facendo è proprio esattamente quel cosiddetto crash-test che è fondamentale per l'esatta cognizione dei problemi, e devo dire che dopo trentanni, diciamo di storia e di fatti e di vicende comunali, trovo con soddisfazione che su questo argomento si è innescata la più grossa discussione urbanistica della città, ben venga, perché noi non ci sottraiamo a nessuna di quelle considerazioni che ci verranno dai cittadini. 

Ed io penso che bisogna affrontarli tutti, tutte le problematiche comprese quelle dei disagi, ma non è la sommatoria di tanti piccoli interventi in alcuni casi clientelari, in altri casi giusti e propri, che ci aiutano a risolvere i problemi di una intera città. Ci sono delle zone che stanno soffrendo veramente per gli effetti determinati dallo spostamento veicolare, dalle strisce blu, alle strisce bianche. Poi ci sono anche dei vantaggi nel trovare degli spazi liberi, poi ci sono delle valutazioni economiche da fare, queste sono tutte cose che verranno messe su un tavolo con serietà e a questo scopo serviranno anche i consigli di quartiere, i comitati... adesso non c'è Simone, quando parlavamo che i comitati di quartiere devono avere argomenti che siano vicini alla popolazione che possano essere oggetto di discussione, perché sono gli abitanti del quartiere che ci dovranno dare le indicazioni, faccio un esempio, la residenzialità, che questo progetto, che ricordiamo che questo progetto, diciamo è un progetto di Pavone, che è meritorio per certi versi, io lo ritengo fallimentare così come fu impostato, perché è un progetto che non tiene conto delle esigenze della residenzialità, è un progetto destinato a fallire in partenza

Io non ritengo importante ed indispensabile in questa fase stare a discutere della x colonnina di quante ne sono e di che software c'è, perché prima mi pongo il problema se certe cose sono legittime e nei prossimi consigli comunali approfondiremo questo tema. Dopo fatta questa premessa, la valutazione degli effetti che la decisione di questo genere determina in altre zone, e penso che non sia neanche secondario il fatto di valutare se queste scelte inducono maggiori utili per le aziende commerciali del centro o inducono penalizzazioni. Di questo bisogna tenere conto, quindi su tutti questi aspetti che non mi limiterei alla colonnina o al parcheggio (Guardando verso i banchi della minoranza...) più o meno a norma, perché ti dico in partenza che già su una nazionale il parcheggio del disabile che non è ortogonale alla carreggiata ma è parallelo crea di fatto una problematica di intralcio al traffico. Quindi di conseguenza non perfettamente in linea con le norme del codice stradale, è un esempio, non voglio aprire una discussione di questa portata, ma serve a far capire che le problematiche sono tante, quindi io penso che non è perché non si voglia discutere in questi momenti ma perché queste decisioni vanno rinviate ad una discussione più ampia...... "-